Dusty Springfield

Dusty Springfield e il primo matrimonio gay di celebrità

Dusty Springfield era un'icona pop e un pioniere queer

I Paesi Bassi sono stati il ​​primo paese a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2001. Da allora, quasi trenta paesi hanno seguito l'esempio. Ma quando pensi che si sia svolto il primo matrimonio gay di celebrità? Ellen DeGeneres e Portia de Rossi? Forse Elton John e David Furnish? Potrebbero essere stati i primi matrimoni omosessuali legali, ma il primo matrimonio gay di celebrità si è svolto in Canada molto prima che il matrimonio omosessuale fosse legalizzato.

Dusty Springfield, probabilmente la più grande cantante pop britannica degli anni '60, sposò la sua compagna Teda Bracci in una cerimonia simbolica nel 1983. Fu un gesto di sfida in un momento in cui l'omofobia stava aumentando mentre la crisi dell'HIV si aggravava.

Oltre a realizzare dischi rivoluzionari, Springfield ha la particolarità di essere la prima pop star ad uscire volentieri. In un'intervista con The Evening Standard nel 1970, ha detto di essere bisessuale. Sebbene fosse gay, affermare di oscillare in entrambe le direzioni era un mezzo per ammorbidire il colpo. Boy George ha fatto la stessa cosa negli anni '80 quando è uscito per la prima volta, sostenendo inizialmente di essere bisessuale prima di confermare che in realtà era gay, con sorpresa di nessuno.

Curiosamente, il coraggioso coming out di Springfield coincideva con il declino della sua carriera. I successi si stavano esaurendo all'inizio degli anni '70 e lei non avrebbe intaccato le classifiche per molti anni a venire. Ha continuato ad avere molte relazioni burrascose con le donne, ha festeggiato con artisti del calibro di Billie Jean King e ha quasi rinunciato alla musica.

Dusty Springfield

Durante uno dei suoi tentativi di rimonta nel 1979, ha causato uno scandalo. Esibendosi davanti a una folla in adorazione alla Royal Albert Hall, ha rivolto un commento spinato al palco reale. La principessa Margaret stava guardando lo spettacolo, insieme a fila dopo fila di uomini gay. Dusty ha detto che era contenta di vedere che i reali non erano confinati al palco reale. La principessa Margaret era furiosa. Buckingham Palace ha inviato una lettera a Dusty Springfield, esortandola a scrivere delle scuse. Lo ha fatto.

Quell'evento cattura gran parte dell'essenza della sua personalità. Da un lato, Dusty era un pioniere schietto e orgoglioso in un momento in cui essere gay era solo legale. D'altra parte, era una timida ragazza cattolica che voleva solo essere accettata.

Nel 1983, quando la sua carriera era al punto più basso, sposò il suo partner e portò il suo status di icona queer a un altro livello. Avere il primo matrimonio gay di celebrità dimostra ancora una volta entrambi i lati della sua natura. La sfida e il desiderio di adattarsi.

Il matrimonio non è durato ei suoi problemi personali si sono intensificati, ma alla fine tutte le icone gay tornano in auge. Dusty ha avuto il suo nel 1987. I Pet Shop Boys spudoratamente queer la invitarono a duettare nel loro singolo What Have I Done To Mererve This? La canzone è stata un grande successo in tutto il mondo. Dusty è tornato in Inghilterra, è diventato sobrio e ha fatto più album.

Quando è morta di cancro nel 1999, la sua stella era svanita ancora una volta. Oggi è considerata una delle più grandi cantanti pop di tutti i tempi, ma è ampiamente dimenticato che sia stata responsabile del primo matrimonio gay tra celebrità. La sua vita sarebbe potuta essere più semplice se fosse vissuta in un'epoca meno omofobica. Ha fatto molti sacrifici per vivere apertamente e ha aperto la strada agli artisti queer di oggi.

PARTECIPA AL Travel Gay Newsletter

Cosa c'è oggi

Altre notizie, interviste e servizi sui viaggi gay

I migliori tour a Londra

Sfoglia una selezione di tour a Londra dei nostri partner con cancellazione gratuita 24 ore prima dell'inizio del tour.

Il migliori esperienze in Londra per il tuo viaggioOttieni la tua guida

Prenota un Travel Gay Hotel approvato