Diritti dei gay in Libano

Diritti dei gay in Libano

La lotta per i diritti dei gay in Libano è in corso, ma sono stati compiuti notevoli progressi.

Bar gay in Libano

La scena gay di Beirut è emersa nel 1998 con Acid, una discoteca gay ormai leggendaria. Ha chiuso i battenti nel 2010 ma la sua eredità continua a influenzare la cultura queer. Era un luogo dove i gay, per lo più uomini, potevano baciarsi in un luogo pubblico in un paese arabo.

Il bar gay più longevo di Beirut è il Bardo, un bar che non sembrerebbe fuori luogo a East London o Hell's Kitchen. Bardo attrae una clientela giovane e alla moda. Vedrai persone ben vestite bere e mangiare cibo hipster (manzo al lime e wasabi, halloumi, ecc.). Di notte, diventa più un luogo di festa.

Posh è il più grande club gay del mondo arabo. Sebbene sia orientato verso una folla mista, la maggior parte degli avventori è gay. Aspettati rave, R'n'B e techno. È un grande locale con un sistema audio all'avanguardia, una palla da discoteca e ballerini di go-go poco vestiti. È il tipo di club gay che potresti vedere in una grande città occidentale. L'unica differenza è la politica "non baciare". Se inizi a chattare con una bomba dovrai ottenere il suo numero e salvarlo per dopo ("chiamami forse"). La politica è quella di proteggere il club dalle incursioni della polizia. Man mano che un locale gay diventa di alto profilo, diventa un potenziale bersaglio. Il fatto che gli spazi gay stiano crescendo a Beirut dimostra che le cose stanno cambiando. La politica del “non baciare” potrebbe essere abolita in un futuro non troppo lontano.

Elegante

Cultura gay in Libano

La band indie libanese Mashrou' Leila è diventata una star importante nell'ultimo decennio. Sono senza dubbio la band in lingua araba di più alto profilo che lavora oggi. Il cantante sognante, Hamed Sinno, è apertamente gay. Come ha sottolineato Sinno, ci sono molti liberali nella regione. Ai concerti dei Mashrou' Leila in Libano, vedrai fan gay tra il pubblico che sventolano bandiere arcobaleno.

Nei lontani giorni dell'Impero Ottomano, l'Occidente percepiva l'Oriente più decadente e sessualmente permissivo. Sherbert e la sodomia erano, secondo la letteratura orientalista, i tempi passati preferiti del Sultano. Si diceva che le donne degli harem fossero così insaziabili che i cuochi non avrebbero servito loro cetrioli non tagliati, per timore che ... tu usassi la tua immaginazione, tesoro.

Ora l'Oriente percepisce l'Occidente come la casa della società permissiva. Le cose cambiano. Il pendolo oscilla... Stai ancora pensando ai cetrioli, vero?

Mashrou 'Leila

I viaggiatori gay sono al sicuro in Libano?

La continua attuazione delle leggi coloniali francesi significa che viaggiare in Libano comporta sempre un elemento di rischio per i viaggiatori LGBT+. Gli uomini gay hanno riferito di aver perquisito i loro telefoni ai posti di blocco di routine, finendo spesso con arresti e percosse per avere app di incontri gay come Grindr. Il ministero delle Telecomunicazioni libanese ha bandito Grindr da diverse reti di dati libanesi.

Ci sono modi per aggirare questo. Strumenti digitali come Tor consentono la navigazione in Internet anonima. WhatsApp ha la crittografia end-to-end su tutti i suoi messaggi e le misure di sicurezza digitale di base come il blocco dello schermo sono tutte essenziali per i viaggiatori gay e i locali in Libano.

Diritti dei gay in Libano

Troverai una vibrante scena gay a Beirut, ma si consiglia discrezione. La politica del "niente baci" alla Posh riflette la tensione vissuta dai gay in Libano. Posh è un ottimo club gay ed è sempre pieno nei fine settimana, ma la direzione tiene le cose sotto controllo per placare le autorità. La cultura gay c'è ma è nascosta, come lo era in Occidente fino a poco tempo fa.

Fu Lord Byron a scrivere di "palazzi di marmo di sorbetto e sodomia" nell'impero ottomano. Le cose sono già cambiate e cambieranno ancora. Ma per ora, mantienilo discreto e starai bene.

PARTECIPA AL Travel Gay Newsletter

Altre notizie, interviste e servizi sui viaggi gay

I migliori tour a Beirut

Sfoglia una selezione di tour a Beirut dei nostri partner con cancellazione gratuita 24 ore prima dell'inizio del tour.

Il migliori esperienze in Beirut per il tuo viaggioOttieni la tua guida

Prenota un Travel Gay Hotel approvato