Cose da fare a Phnom Penh

Cose da fare a Phnom Penh

Phnom Penh è una città con una storia davvero unica

Phnom Penh è la capitale della Cambogia. Sebbene abbia una lunga storia, Phnom Penh non è sempre stata la capitale della Cambogia. Fu fondata nel 1372 e per breve tempo fu la capitale dopo la caduta di Angkor. Sarebbe diventata di nuovo la capitale a metà del XIX secolo durante il periodo coloniale francese.

Vale la pena visitarlo e ci sono molte cose da fare. È di gran lunga la città più grande della Cambogia. Dovresti passare almeno un giorno qui, ma avresti davvero bisogno di tre giorni per rendergli giustizia. Situato vicino al fiume Mekong, troverai monaci in abiti, vivaci mercati e torreggianti Buddha dorati. È anche una città molto moderna. Aspettatevi un sacco di auto e moto rumorose. Troverai la migliore vita notturna in Cambogia a Phnom Penh. Troverai anche le cicatrici della brutale era dei Khmer Rossi. La città è risorta dalle ceneri dopo il suo capitolo più oscuro negli anni '1970.

Phnom Penh

Palazzo reale e Pagoda d'argento

Questa è la casa ufficiale del re della Cambogia ed è sufficientemente grandiosa. La modestia è richiesta alla presenza reale, quindi assicurati che la parte superiore del corpo e le ginocchia siano coperte. La costruzione del palazzo fu completata nel 1866. Fu costruito sotto gli auspici dei francesi. Fu costruito come una nuova residenza reale quando il re Khmerian decise di spostare la capitale da Oudong a Phnom Penh. Se la bandiera blu sta sventolando significa che il re è in residenza.

Guarda la prima del nuovo stimolante documentario sulla conservazione del Travel Gay Newsletter

Poiché la famiglia reale vive ancora qui, non puoi visitare tutti gli edifici. Vale comunque la pena visitarlo. I giardini sono davvero adatti per un re. Puoi visitare la Sala del Trono, il Padiglione Napoleone e la Pagoda d'Argento. Quest'ultimo è dove troverai il Tempio del Buddha di smeraldo. Questo è un tempio storico da visitare in quanto è uno degli unici a sopravvivere ai giorni bui dei Khmer rossi. Vedrai lo stesso Buddha di smeraldo sul soffitto.

Wat Phnom

Wat Phnom

Wat Phnom fu costruito nel 1372 sull'unica collina della città. La leggenda narra che Lady Penh scoprì alcune statue di Buddha che erano state lavate dal fiume Mekong. Da qui prende il nome la capitale della Cambogia. Phnom Penh significa "collina di Penh".

Vedrai un Buddha seduto nel santuario. Una scala conduce alla pagoda principale. All'interno troverai straordinarie opere d'arte sulle pareti e murales sacri. Poiché la leggenda di Lady Penh e Wat Phnom è la leggenda fondatrice della città, vale la pena visitarla. Sulla via del ritorno si possono visitare i giardini ben curati che circondano il santuario.

Museo Nazionale della Cambogia

Questo è il museo più importante della Cambogia. Troverai un millennio di arte e storia cambogiana. La prima cosa che vedrai è una statua di Vishnu. C'è una vasta collezione di arte pre-angkoriana risalente all'VIII secolo. Vedrai alcune antiche reliquie indù, come il Vishnu a otto braccia di 8 anni. Il museo ha anche molte ceramiche: nessun museo è completo senza vasi molto vecchi!

Cambogia

Bar gay a Phnom Penh

Anche se Phnom Penh ha una scena gay, è molto discreta. Ancora di più negli ultimi anni dopo un giro di vite del governo sui locali gay. È molto più facile per i turisti LGBT + in Cambogia che per i locali. Sebbene la cultura sia ampiamente tollerante, l'omosessualità è un tabù. Poi di nuovo, così è il sesso in generale. Le manifestazioni pubbliche di affetto sono sconsigliate per le coppie gay o etero.

Barra degli strumenti è una nuova aggiunta alla scena dei bar gay di Phnom Penh. Il personale parla inglese. Ha un'atmosfera rilassata e puoi guardare spettacoli dal vivo più tardi la sera. La terrazza è un buon posto per osservare la gente. Space Salon & Bar è anche una buona scelta. È un parrucchiere di giorno e un bar gay di notte. Cuore di tenebra se il club più frequentato dai gay di Phnom Penh.

Museo del genocidio di Tuol Sleng

La Cambogia ha subito crimini indicibili sotto il regime dei Khmer rossi. Quando la Cambogia fu governata dal partito comunista dal 1975 al 1979, il regime cercò di trasformare la Cambogia in un paradiso di fattorie collettive. Questo esperimento umano di massa ha portato alla carestia e al genocidio su scala industriale. In nome di un'ideologia paranoica e bizzarra, circa il 25% della popolazione morì. È successo a memoria d'uomo e le cicatrici dell'era dei Khmer rossi sono ancora molto visibili.

Tuol Sleng era una scuola che il regime usava come campo di prigionia. Solo sette prigionieri sono sopravvissuti. È un posto piuttosto scioccante da visitare. Puoi ancora vedere le pareti macchiate di sangue, le cellule e le attrezzature di tortura. Non è per i deboli di cuore ma deve essere visto.



Phnom Penh

Central Market

Preparati per un assalto ai sensi. È stato costruito nel periodo coloniale francese ed è attivo dal 1937. Il mercato è ospitato in un suggestivo edificio Art Deco. Un tempo era salutato come il più grande mercato asiatico. Troverai commercianti molto turistici che vendono merci. Troverai anche un'incredibile varietà di vestiti, cibo, fiori e qualsiasi cosa tu possa pensare. Prova a contrattare.

Il mercato centrale è un ottimo posto per acquistare regali. Troverai prodotti asiatici esotici nei numerosi bazar. I gioielli attirano particolarmente l'attenzione, alcuni sono particolarmente ben realizzati. Lascia un po 'di spazio in valigia: sarà una bella esperienza di acquisto.


Pubblicato: 11 agosto 2020 da Alex | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2020
On: Gay Phnom Penh


Tour ed esperienze di Phnom Penh

Sfoglia la nostra selezione selezionata di tour a Phnom Penh dai nostri partner con cancellazione gratuita 24 ore prima dell'inizio del tour.


Hotel consigliati a Phnom Penh